Maandelijks archief: november 2018

10 dicembre – Tavola rotonda con la scrittrice Helena Janeczek

Sarà nostra ospite all’Università di Leiden, la scrittrice Helena Janeczek che con il suo ultimo romanzo “La ragazza con la Leica” è entrata nelle classifiche dei premi letterari più prestigiosi d’Italia, superando ogni aspettativa e lasciando  dietro sé tutti gli altri concorrenti.

Non è un’esagerazione affermare che il romanzo “La ragazza con la Leica” di Helena Janeczek, ispirato alla fotoreporter Gerda Taro, è a tutti gli effetti il libro del 2018: già vincitore del Premio Bagutta e dell’ambito Premio Strega nonché finalista al Premio Campiello, il romanzo segna un traguardo editoriale clamoroso per l’autrice italo-tedesca e per la casa editrice Guanda.

L’intervista con l’autrice e la presentazione del romanzo faranno parte di una serata letteraria più ampia dedicata al tema della “Letteratura della migrazione in Italia”. Parteciperanno alla tavola rotonda, studiosi e specialisti che animeranno il dibattito. Gli interventi, le riflessioni e le domande verranno alternati con brevi intervalli di lettura di alcuni brani.

 

Con la partecipazione di :
Helena Janeczek
Sarah Bonciarelli (UGent)
Andrea Chiurato (IULM Milano)
Eugenio Cusumano (Leiden University)
Claudio Di Felice (LUCL- Leiden University)
Raniero Speelman (Utrecht University)
Carmen van den Bergh (FWO Flanders/ LUCAS-Leiden university)

Organizzato dal Centro Studi Italiani dell’Università di Leida
Italiaans in Leiden – Italian in Leiden
LUCAS-Leiden university Centre for Arts in Society
LUCL- Leiden University Centre for Linguistics

e gli studenti di lingua e cultura italiana
Studievereniging Le Tre Corone

in collaborazione con le università di Utrecht (Italiaanse Taal en Cultuur Universiteit Utrecht) e Milano Iulm Università

Con il prezioso sostegno delle varie sedi e istituzioni
Werkgroep Italië Studies
Istituto Italiano di Cultura Amsterdam
Dante Alighieri Rotterdam
LDDL – La Dante di Lovanio / Leuven

Per maggiori informazioni, si contatti Carmen Van Den Bergh- Letteratura moderna, Università di Leiden
c.van.den.bergh@hum.leidenuniv.nl

4-5 Dicembre – Elisabetta Menetti (UNIMORE, Modena)

Data: 4 Dicembre
Orario e aula: 11:00-13:00, Van Wijkplaats 2/003
Titolo: “Le novelle del Cinquecento: Boccaccio e Bandello a confronto”

Data: 5 Dicembre
Orario e aula: 15:00-17:00, Van Wijkplaats 2/003
Titolo: “Le figure femminili nella novellistica dal Trecento al Seicento”

27 Novembre – Maria Concetta Di Paolo

Relatrice: M. Concetta di Paolo (Univ. di Zurigo)
Titolo: Le isole tedescofone in Italia: il contatto nella parlata di Rimella
Orario e aula: 9:30-11:00 – Van Wijkplaats 2/005

21 Novembre – Tale of tales (regia di Matteo Garrone)

Orario e aula: 17-19, Lipsius/227

Il film è composto da tre diversi episodi liberamente tratti dalla raccolta di fiabe napoletane “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile che si intrecciano fra loro: La cerva, La pulce e La vecchia scorticata. Il film segue quindi tre storie che si svolgono in tre regni diversi: a Longtresslis, la regina gelosa (interpretata da Salma Hayek) farebbe di tutto per rimanere incinta. Suo marito è disposto a correre grandi rischi. La seconda storia parla di due sorelle misteriose che desiderano la giovinezza per poter sedurre il re di Strongcliff (interpretato da Vincent Cassel). Invece a Highhills troviamo un monarca (Toby Jones) che è ossessionato da una gigantesca pulce e spezza il cuore di sua figlia.

14 Novembre – Maraviglioso Boccaccio

14 Novembre (15:15: 17:30):
‘Maraviglioso Boccaccio’ (regia dei fratelli Taviani)
Van Wijkplaats 2/003 -005

Maraviglioso Boccaccio è un film del 2015, diretto da Paolo e Vittorio Taviani. Il film è basato sul Decameron di Giovanni Boccaccio. Lo sfondo è quello della Firenze trecentesca colpita dalla peste, che spinge dieci giovani a rifugiarsi in campagna e a impiegare il tempo raccontandosi delle brevi storie. Drammatiche o argute, erotiche o grottesche, tutte le novelle hanno in realtà un unico, grande protagonista: l’amore, nelle sue innumerevoli sfumature. Sarà proprio l’amore a diventare per tutti il migliore antidoto contro le sofferenze e le incertezze di un’epoca.